Privacy Policy Ristrutturazione prima di vendere casa, conviene? -
Telefono

+39 334 8415518

Indirizzo E-mail

info@lapintus.it

Orari di apertura

Lun/Ven: 9-19 Sab: 9-12.30

Un immobile ristrutturato attira maggiormente i visitatori interessati
Un immobile ristrutturato attira maggiormente i visitatori interessati.

Gli immobili che hanno avuto una ristrutturazione prima della messa in vendita sono più appetibili per l’acquirente, permettono di non perdere tempo alla ricerca di ditte e preventivi, non si rischia di perdere il controllo dei costi e soprattutto di dover dedicare tempo prezioso a seguire i lavori.

La ristrutturazione conviene

Gli immobili che hanno subito la ristrutturazione mantengono un buon mercato tutto l’anno e non costringono il visitatore ad uno sforzo di immaginazione sulle possibilità future; si gioca tutto alla prima visita, se l’impatto con la casa è positivo l’acquisto è praticamente chiavi in mano rendendo l’affare chiaro e veloce.

Per il proprietario gli aspetti più invitanti sono due: ottenere un ricavo maggiore dalla vendita e chiudere la trattativa in tempi molto più brevi.

Allora procediamo con la ristrutturazione…

Casa che ha subito una ristrutturazione.
Esempio di casa post ristrutturazione

Per affrontare una ristrutturazione totale è necessario pianificare al meglio anche i piccoli interventi, perché se non inseriti nei lavori strutturali è difficile e antieconomico andare a metterci mano successivamente.

Premesso ciò può risultare un ottimo investimento:

  • ridistribuire in modo razionale gli ambienti e aprire gli spazi troppo chiusi (es. creare un salone angolo cottura al posto di un piccolo soggiorno con una cucina poco praticabile);
  • intervenire sugli impianti elettrici e idraulici ovviamente certificandoli alle ultime normative;
  • i bagni vanno ripensati in chiave moderna con linee semplici e sanitari di design. In caso di superfici molto piccole occorre distribuire i sanitari nel modo più razionale possibile. Bisogna anche tenere in considerazione che oggi molte persone preferiscono la doccia alla vasca;
  • sostituire la pavimentazione rovinata o sconnessa;
  • evitare i colori troppo sgargianti o fuori moda, è necessario creare degli ambienti versatili;
  • non occorre necessariamente investire in materiali di pregio. Va tenuto conto delle differenze fra le diverse zone e contesti, il mercato attualmente non premia economicamente lo sforzo sostenuto per la spesa in finiture e si rischia di vedersi restringere molto il margine di guadagno, perciò il costo dell’operazione va sempre proporzionato al ricavo previsto.

L’obbiettivo della ristrutturazione deve essere semplicemente raggiungere una qualità ottimale per portare il valore della casa al massimo ricavo ottenibile.

Ma se non posso permettermi la ristrutturazione?

Se l’investimento possibile è di piccole somme il primo obiettivo è stabilire delle priorità; identificare con sguardo oggettivo gli elementi che potrebbero scoraggiare il visitatore e correggerli, grazie al mantenimento di un filo logico che aiuti a evitare di buttare soldi in lavori secondari. Esempio: inutile cambiare il pavimento in tutta casa se gli impianti elettrico e idraulico sono datati; il futuro acquirente dovrà comunque smantellare l’appartamento per metterli a norma.

Basta poco per valorizzare un ambiente:

  • coprire i segni del tempo con una semplice mano di bianco;
  • eliminare l’eccesso di mobili, soprattutto se vecchi e fatiscenti;
  • valutare la sostituzione dei mobili datati soprattutto in cucina perché se particolarmente vecchi e sporchi generano un immediato disagio agli occhi del visitatore;
  • optare per le linee semplici e pulite, elettrodomestici moderni e una distribuzione razionale nell’ambiente;
  • non soffocare la stanza con troppi mobili e suppellettili.

Non posso proprio spendere…

In questo caso è importante seguire quelle che dovrebbero essere le regole basilari per ogni visita:

  • lasciare spazio a ordine e pulizia;
  • ripristinare le cose non funzionanti come finestre, serrande, maniglie, rubinetti;
  • una bella mano di vernice;
  • biancheria fresca di bucato;
  • perché no? L’aroma di una torta nel forno che fa subito casa;
  • tenere il giardino curato: tagliare il prato, estirpare le erbacce;
  • abbassare la tavoletta del water…

Vendere casa in poco tempo e al miglior valore di ricavo è possibile solo grazie a una ristrutturazione, che essa sia totale, parziale o minima. Per qualsiasi richiesta di valutazione della vostra casa da vendere potete contattarmi direttamente cliccando qui.

Recommended Articles